Stati comatosi e post comatosi

Il coma e le sue conseguenze

Il coma e le sue conseguenze costituiscono una delle sfide più impegnative e complesse nell’ambito della riabilitazione. Il paziente in coma porta con sé, all’interno dello stesso attimo, la vita e la morte, la speranza e la disperazione, la salute e la patologia.

Guardando il proprio caro in coma, i parenti sentono un forte senso di ambivalenza: da un lato, vedono la persona che conoscono da sempre, la riconoscono, è lì che dorme e che da un momento all’altro potrebbe svegliarsi e riprendere una conversazione interrotta, come se niente fosse; dall’altra sentono specialisti e tecnici che spiegano loro che la persona è a rischio di vita, non possono assicurare che arriverà a domani, e se vi arriverà, in che stato; nei casi gravi, gli specialisti assicurano che la persona non tornerà quella di un tempo, per lungo tempo e forse mai.

Qualcosa inoltre separa per sempre il famigliare dal paziente: la memoria del trauma, forte, viva e dolorosa nel famigliare, sfuocata, riportata, a volte assente nel paziente, e dopo essere stati separati da un evento così determinante, avere la responsabilità di accompagnare il proprio caro nel percorso di ripresa, sia esso relativamente breve, con la necessità di lavorare più sugli aspetti raffinati, oppure lungo e apparentemente interminabile.

Come interveniamo

L’équipe di Elìce accoglie il paziente e la sua famiglia e ricostruisce insieme un percorso che possa rendere possibile un nuovo riconoscimento, sebbene tra persone diverse, nuove, ma che devono e vogliono ritrovarsi.

Il percorso terapeutico che proponiamo si avvale della competenza di persone che lavorano da anni in quest’ambito e che si sono formate sotto la guida di una delle più autorevoli figure per quanto riguarda la riabilitazione del coma in Italia, la Professoressa Cecilia Morosini.

Il percorso inizia con  una visita che affronta in maniera approfondita la storia premorbosa e l’anamnesi patologica del paziente e poi la situazione attuale per quanto riguarda gli aspetti clinici, motori, cognitivi e affettivi per stabilire, in accordo con la famiglia, il percorso adatto perché ogni paziente possa ricostruire al meglio possibile le funzioni perse o deficitarie e ricreare una “buona” immagine di sé, all’interno del suo ambiente e della società.

Per questo, l’équipe non prende in carico solo gli aspetti riabilitativi motori, cognitivi e affettivi, ma anche la ripresa del ruolo più possibile significativo all’interno della famiglia e della società, anche attraverso percorsi di ripresa della scuola e del lavoro o anche di un inserimento in situazioni sociali per il tempo libero.

I servizi

I nostri servizi comprendono

  • la visita neurofisiatrica durante la quale viene proposto il progetto e il conseguente programma riabilitativo.
  • la fisioterapia, nelle situazioni più complesse anche al domicilio.
  • il lavoro posturale, in collaborazione con la fisioterapia, per riattivare la propriocezione e trattare le retrazioni e i danni da immobilità.
  • la logopedia per ripresa dell’alimentazione, svezzamento dalla cannula tracheostomica, la ripresa della comunicazione e del linguaggio.
  • la neuropsicologia, il lavoro di sostegno alle funzioni corticali superiori (attenzione, memoria, linguaggio, orientamento, prassie) fin dalle prime fasi fino ai lavori sull’attenzione, la concentrazione e la fluidità del pensiero nella fase di ritornano a scuola o al lavoro.
  • la musicoterapia per lavoro sulla motivazione, sulla voce, sul movimento integrato al suono, sulle funzioni cognitive.
  • il lavoro di sostegno psicologico per la famiglia e il paziente.
  • l‘educatore per il training occupazionale al domicilio, la progettazione di uscite, le attività fuori dal domicilio e dalla riabilitazione. Collabora anche nel reinserimento lavorativo.